info@meteopassione.com

    |
  • Accedi

    |

notizie

  •  

    Il solito costante esercizio del'associazione nel monitorare il clima della provincia, ci mostra come questo novembre 2018 sia stato particolarmente caldo. Addirittura la prima decade conta un'anomalia di +5,7 gradi rispetto alle medie di riferimento 1971-2000. la seconda decade ha chiuso con un +3,2 nonostante un finale freddo e la terza decade si appresta a finire più calda della decade precedente con un finale di mese più fresco. Ci attendiamo infatti un venerdì e sabato freddini e non si esclude il ritorno della nebbia nelle mattine di sabato e domenica.

  •  

    Il tempo si è ormai stabilizzato e tranne qualche nube, non si intravedono precipitazioni per questo inizio settimana. L'adriatico sarà colpito da una debole irruzione fredda, ma sul bresciano il clima permarrà molto mite per la stagione, con temperature ben al di sopra delle zero. Un clima ormai consolidato da mesi, tranne breve parentesi normali di qualche giorno. Quando cambierà, se mai cambierà?

  • 23/11/2018 Altra pioggia..

     

    Una perturbazione a cavallo fra sabato e domenica, una giornata festiva discreta e poi probabilmente un'altra perturbazione a cavallo fra domenica e lunedì. Tempo piovoso, dinamico, umido, mite. Neve solo a quote medio alte. Queste le prospettive per i prossimi due o tre giorni nella nostra provincia.

  •  

    L'anticipo di inverno di questi giorni verrà spezzato dal passaggio di una perturbazione che, per le caratteristiche che presenterà, potrà essere classificata come tardo autunnale. Le precipitazioni, come dall'ultima proiezione del modello LaMMA GFS, potrebbero risultare abbastanza copiose sui rilievi. Pioverà anche in pianura e soprattutto cadrà non poca neve sopra i 1700 metri circa. Occhio quindi alle nostre webcam in altura ad immortalare la prima imbiancata consistente di questo inverno pronto a partire.

  •  

    Forse sarebbe stato chiedere troppo. Dopo un lungo periodo da record sopra la media per poco stava riuscendo a nevicare in pianura addirittura nella seconda decade di Novembre. Una debole irruzione fredda ci ha comunque riportato nelle medie del periodo e una debole perturbazione nella prossima notte riuscirà a portare qualche fiocco fino a 400-600 metri di quota. In pianura la debole entità delle precipitazioni non permetterà alla neve di scendere molto dallo zero termico.

  • 16/11/2018 Si cambia registro

     

    Ci stiamo ormai lasciando alle spalle due mesi e mezzo di autunno meteorologico molto miti e assai anomali dal punto di vista termico. Ma proprio ora che l’autunno si appresta a vivere le sue ultime due settimane, sembra che la natura voglia mettere una “pezza” a questa pesantissima anomalia. Sembra infatti che la seconda metà di novembre possa avere caratteristiche termiche decisamente più frizzanti, come se la natura volesse chiederci, seppur parzialmente, scusa per lo scempio precedente!

©2015 Meteopassione.com, All rights reserved Restyling grafico Abacus#85