info@meteopassione.com

    |
  • Accedi

    |

notizie

  •  

    Luglio non si è ancora concluso, ma possiamo già trarre le prime conclusioni. Attualmente si posiziona al sesto posto tra i più caldi dal 1951 ad oggi a Ghedi (Bs). Se prendiamo però in considerazione il bimestre Giugno-Luglio di quest'anno, l'estate al momento nel complessivo balza al terzo posto assoluto, dietro solo al 2015 e alla fatidica 2003 di appena un paio di decimi. Già nel 2015 il bimestre Giugno-Luglio era stato più caldo dell'estate 2003, nel 2003 poi ci fu anche un Agosto incredibile, che la fanno ancora oggi l'Estate simbolo tra le più caldi di sempre. Tuttavia già nel 2015 e 2019 ci siamo avvicinati e prima o poi verrà superata negli anni a venire. Il grafico infatti è eloquente: la linea rossa è la media mobile ventennale, una media che continua a salire in modo inarrestabile.

  •  

    Come preannunciato, il cambiamento atmosferico è imminente e coinvolgerà la nostra provincia con 2 giornate di maltempo e variabilità. Occhio alla giornata odierna che sarà caratterizzata da episodi temporaleschi anche di forte intensità. Già qualcosa si stà attivando su ovest provincia ma si parla di episodi localizzati che però hanno avuto il pregio di spezzare la calura ancora presente su gran parte della provincia. Dal pomeriggio fino alla notte ci saranno episodi diffusi di maltempo. La giornata di domenica invece sarà più variabile con a tratti anche la presenza del sole. Non mancheranno però altre occasioni per episodi temporaleschi soprattutto dal primo pomeriggio. Il calo termico sarà molto evidente infatti le massime domani potranno rimanere confinate fra i 26-27 gradi. Tuttavia l'anticiclone rimarrà in parte determinante per la ripresa del bel tempo già per lunedì dove tornerà sole e temperature sui 30 gradi o poco più,quindi più vicine ad una situazione da classica estate mediterranea.

  •  

    Facciamo un breve riassunto della giornata odierna.Attualmente un promontorio di alta pressione di origine nordafricana stà portando temperature molto elevate in provincia. Attualmente abbiamo un valore in quota di circa 20 gradi a 1600 metri di altitudine. Al suolo le pianure stanno registrando valori di circa 35 gradi diffusi con alto tasso di umidità. l'Indice di calore è prossimo ai 40 gradi con quindi condizione a rischio per la salute. Domani è attesa la giornata più calda riguardo alle temperature massime mentre ci aspettano 2 notti con temperature minime destinate ad alzarsi a valori molto oltre le condizioni normali estive. GIà la scorsa notte abbiamo registrato minime diffuse in pianura sui 25 gradi. Venerdì sarà sempre una giornata caldissima ma le prime nubi e temporali sui monti saranno a presagire un cambiamento nel weekend a suon di piogge ,temporali e un discreto calo termico.

  • 19/07/2019 Caldo in aumento

     

    Dopo una settimana abbondante di tregua, con temperature normali di luglio, nei prossimi giorni il caldo tornerà ad aumentare considerevolmente, fino a farsi decisamente fastidioso nella prima parte della prossima settimana. Continueranno ad essere decisamente scarse o nulle le precipitazioni, specialmente in pianura.

  •  

    Domani sarà una giornata caratterizzata da instabilità,soprattutto sui rilievi. A causare ciò il transito di una massa di aria umida e fresca di passaggio a ridosso delle Alpi. Potete vedere in test la proiezione delle piogge previste per domani pomeriggio e sera dalla mappa wrf ARW del consorzio LaMMA. Sarà probabilmente l'ultima occasione seria per vedere un po di pioggia prima dell'arrivo di un promontorio anticiclonico di origine nordafricana. L'anticiclone pian piano si affermerà sulla provincia già a partire dalla giornata di venerdì e inizierà a portare una fase di caldo ben oltre le medie del periodo a partire dal weekend.

  • 13/07/2019 La pianura ha sete

     

    Siamo ormai al giro di boa dell'estate 2019 e se possiamo dire che il caldo ha "picchiato duro" un po' per tutti, non possiamo certo dire la stessa cosa per la pioggia. I temporali non sono certo mancati nelle nostre valli, soprattutto in Valle Camonica, ma ci sono zone della nostra pianura dove non fa una piovuta degna di tale nome ormai dal mese di maggio ed il terreno sta assumendo connotati quasi da deserto. Ora pare che fra domenica sera e lunedì mattina ci sia una nuova occasione di precipitazioni. Sicuramente ne beneficeranno ancora una volta le nostre valli, ma con i temporali non si sa mai, magari qualche sorpresa questa volta potrebbe esserci anche in pianura....

©2015 Meteopassione.com, All rights reserved Restyling grafico Abacus#85