info@meteopassione.com

    |
  • Accedi

    |

notizie

  •  

    Dopo alcuni giorni sereni oggi è comparla la nebbia, peraltro in alcune zone di forte intensità (in allegato l'immagine odierna del satellite). Un fenomeno che a dirla tutta è andato in questi anni via via scomparendo. Tuttavia la presenza di questo solido anticiclone, combinato alla presenza di aria molto inquinata ai bassi strati a permesso la formazione di questo fenomeno, affascinante per alcuni ma terribilmente pericoloso per la salute. I livelli di inquinamento delle centrali bresciane attualmente sono sopra i limiti. Spicca la centrale di Rezzato, dal 18 febbraio con valori superiori al doppio del limite di legge.

  •  

    E’ un autentico Mostro quello che occupa l’Italia centro settentrionale in queste settimane. Una barriera invalicabile dove il tempo è molto mite per la stagione e dove le precipitazioni sono totalmente assenti. Inquinamento alle stelle e vegetazione che da un momento all’altro “esploderà” come in piena primavera! Clima sempre più pazzo!

  •  

    L'alta pressione ha deciso di impadronirsi del nord Italia e questo aspetto ci stà traghettando anzitempo verso la primavera. Il famoso detto che il patrono della città è l'ultimo mercante di neve viene smentito da un clima tutt'altro che rigido. Storia differente al sud Italia,investito da una discesa da est di aria decisamente più fredda.

  •  

    Domenica nevosa sui notri monti, anche se non con accumuli importanti. Probabilmente per molto tempo non vedremo altri peggioramenti, quindi non ci resta che guardare le nostre webcam nell'attesa di una primavera anticipata da metà settimana in avanti. Bisognerà sicuramente prestare attenzione per pericolo valanghe e invitiamo a seguire sempre i bollettini ufficiali in merito.

  • 07/02/2019 Periodo tranquillo

     

    La settimana è trascorsa senza grandi sussulti. L'alta pressione ci ha protetto mantenendo un tempo prevalentemente poco nuvoloso con temperature a tratti gradevoli per il periodo durante i pomeriggi ma con qualche debole brinata di prima mattina. Cosa ci attende nei prossimi giorni. Una perturbazione in transito domenica dovrebbe portare a precipitazioni di debole intensità fra pomeriggio e sera mentre lunedì i venti da nord ripuliranno l'aria dagli inquinanti mantenendo la pianura in un limbo termico gradevole nonostante ai confini della penisola, inizierà a presentarsi aria fredda proveniente da nord. Sarà una avvisaglia degna del detto di San Faustino in arrivo fra 8 giorni?

  •  

    Dopo aver fatto una veloce e sporadica comparsa anche in pianura questa mattina, ora la neve è risalita di quota e dopo una lunghissima attesa sta finalmente cadendo sulle nostre montagne. Gli operatori turistici e i praticanti degli sport invernali ringraziano. Il tempo rimarrà instabile/perturbato per un paio di giorni, con altre nevicate in montagna e pioggia al di sotto dei 1000/1200 metri, poi si faranno nuovamente strada le schiarite.

©2015 Meteopassione.com, All rights reserved Restyling grafico Abacus#85