PM 10

Non solo meteo. Discutere in amicizia di altri argomenti

Moderatore: Moderatore

Re: PM 10

Messaggioda elgnaro » mar 31 mar, 2020 11:12

Quello che penso è che se con tutta la pianura padana chiusa si hanno polveri sottili, pensate cosa serve a demonizzare diesel....
Avatar utente
elgnaro
Socio sostenitore
 
Messaggi: 9432
Iscritto il: mar 10 nov, 2009 14:10
Località: castenedolo

Re: PM 10

Messaggioda Daniel » mar 31 mar, 2020 11:26

Credo che fino ad ora non abbiamo ancora capito quale sia l’origine naturale delle polveri sottili... ok gli impianti di riscaldamento a gasolio/biomassa, ok gli autoveicoli che sicuramente emettono polveri sottili ma c’è altro sicuramente! Anche perché sapendo che il traffico di veicoli è quasi annullato non si capisce perché non sono aumentate i giorni 24,25,26 che ha fatto più freddo (e quindi probabilmente gli impianti di riscaldamento sono rimasti accesi più tempo). Che ci sia una sorta di inerzia per cui le centraline captano con un certo ritardo?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Daniel
Socio sostenitore
 
Messaggi: 309
Iscritto il: sab 19 ott, 2019 18:02
Località: Carpenedolo (BS)

Re: PM 10

Messaggioda Boss » mar 31 mar, 2020 13:03

No, semmai l'inerzia è nella massa d'aria.
E' già capitato, ad esempio, di osservare impennate improvvise in funzione delle correnti dominanti, tipo quando le correnti da sud sospingono le schifezze presenti sulle aree di bassa pianura verso la pedemontana, dove poi si fermano e aumentano di concentrazione.
Il problema è che anche stoppando buona parte delle attività che emettono sostanze inquinanti il catino padano è fortemente dipendente dalla circolazione dell'aria al suo interno, essendo più o meno chiuso su tre lati.
How the hell did I get here so soon?

Our weary eyes still stray to the horizon
Though down this road we've been so many times

Avatar utente
Boss
Socio sostenitore
 
Messaggi: 12410
Iscritto il: mer 05 mag, 2010 18:07
Località: Tra Brescia (Borgo Trento) e Milano

Re: PM 10

Messaggioda Daniel » mar 31 mar, 2020 13:17

Boss ha scritto:No, semmai l'inerzia è nella massa d'aria.
E' già capitato, ad esempio, di osservare impennate improvvise in funzione delle correnti dominanti, tipo quando le correnti da sud sospingono le schifezze presenti sulle aree di bassa pianura verso la pedemontana, dove poi si fermano e aumentano di concentrazione.
Il problema è che anche stoppando buona parte delle attività che emettono sostanze inquinanti il catino padano è fortemente dipendente dalla circolazione dell'aria al suo interno, essendo più o meno chiuso su tre lati.
Si, infatti rileggendo mi ero espresso male: intendevo proprio l’inerzia della massa d’aria... sarebbe interessante valutare i dati del vento nei giorni di supero e nei giorni precedenti per capire se può aver senso la mia ipotesi della maggiore emissione di polveri sottili nei 3 giorni freddi e che siano state rilevate dopo perché probabilmente sono state sollevate da terra o, al contrario, si stavano depositando. Oppure non c’entra proprio...
Oggi provo a vedere se capisco la differenza di consumo di quei 3 giorni del mio impianto di riscaldamento che è a pellet rispetto ai giorni precedenti per capire a grandi linee su una casa poco isolata come la mia (quindi con poca inerzia termica) quanto i 3 giorni di freddo hanno fatto aumentare il consumo.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Daniel
Socio sostenitore
 
Messaggi: 309
Iscritto il: sab 19 ott, 2019 18:02
Località: Carpenedolo (BS)

Re: PM 10

Messaggioda simone » dom 12 apr, 2020 18:23

Boss ha scritto:Ci sono varie teorie, una è che arrivino da molto lontano (zona Caspio). Anche se la tempistica non mi quaglia troppo.
In quei due giorni le correnti in quota com'erano? Meridionali?
Ne avevo parlato altrove. Credo sia srato causato da una massa di aria in arrivo da est o nordest. Anche in Emilia stessa cosa. Quindi l'analisi del PM10 e PM2, 5 mostra una poca incisività per la nostra zona da eventi non naturali. Cambia il discorso col biossido di azoto dove invece il dato cala, come era successo a wuhan.

Inviato dal mio DLI-L22 utilizzando Tapatalk
Appassionato di meteorologia
Avatar utente
simone
Socio ordinario
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 10:18
Località: palazzolo sull'oglio

Re: PM 10

Messaggioda Borgo » lun 13 apr, 2020 14:55

Questa sera:

#Report questa sera 21.20 Rai3
Se si guarda la mappa sulla densità di emissioni dell'ammoniaca in pianura padana si accorge che la parte con le più alte soglie corrisponde al triangolo tra Brescia, Mantova e Cremona, quello con il maggior numero di allevamenti intensivi d'Italia. Queste enormi quantità di ammonica sono prodotte dai liquami degli allevamenti che durante l'anno vengono prima stoccati e poi spansi nei terreni agricoli. Secondo l'Arpa esiste una correlazione tra gli spandimenti e l'aumento del Pm10 in pianura padana. Eppure la Regione Lombardia per tutto il mese di febbraio ha concesso per ben 7 volte l'autorizzazione agli spandimenti nella zona del bresciano anche se era in vigore il blocco invernale. E quello che è successo, guardando i dati dell'Arpa, è che nei giorni in cui sono stati autorizzati gli spandimenti ci sono stati diversi sforamenti dei limiti di Pm10 nella provincia di Brescia. Solo pochi giorni fa la Società italiana medicina ambientale ha pubblicato un position paper dove si ipotizza che il Pm10 abbia aiutato la diffusione del Corona Virus in Pianura Padana: il particolato avrebbe trasportato come un aeroplano le particelle del virus a decine di metri di distanza aumentando i contagi. Lo studio della Sima cita proprio il caso bresciano, la zona in cui abbiamo girato tutto il mese di febbraio, mentre erano all'opera gli spandimenti di liquami e mette in correlazione il numero degli sforamenti di Pm10 con l'aumento della diffusione del Covid 19 nella popolazione.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
"Dio perdona sempre, l'uomo a volte, la terra mai"
Avatar utente
Borgo
Direttivo Meteopassione
 
Messaggi: 17284
Iscritto il: sab 17 gen, 2009 22:07
Località: Chiari

Re: PM 10

Messaggioda simone » lun 13 apr, 2020 19:07

Interessante.

Inviato dal mio DLI-L22 utilizzando Tapatalk
Appassionato di meteorologia
Avatar utente
simone
Socio ordinario
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 10:18
Località: palazzolo sull'oglio

Re: PM 10

Messaggioda Boss » mar 14 apr, 2020 10:12

Sul fatto che il pulviscolo atmosferico possa fare da vettore ai virus in maniera significaivamente efficace onestamente sono piuttosto scettico.
Oltretutto, se fosse vero sarebbe quasi del tutto inutile qualsiasi procedura di chiusura e distanziamento sociale come attuata ora, perché tanto la distanza verrebbe colmata dalla presenza del vettore e l'isolamento domiciliare non avrebbe alcuna efficacia perché basterebbe aprire una finestra e tanti saluti.
Molto più banalmente, di base aree altamente inquinate = aree altamente antropizzate = alta densità di poplazione = alta facilità di contagio = alto numero di contagiati.

E' invece possibile che i soggetti che vivono in aree fortemente inquinate possano essere maggiormente esposti a complicazioni serie sul fronte polmonare e cardiologico.
How the hell did I get here so soon?

Our weary eyes still stray to the horizon
Though down this road we've been so many times

Avatar utente
Boss
Socio sostenitore
 
Messaggi: 12410
Iscritto il: mer 05 mag, 2010 18:07
Località: Tra Brescia (Borgo Trento) e Milano

Precedente

Torna a Inganniamo il tempo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti