Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Non solo meteo. Discutere in amicizia di altri argomenti

Moderatore: Moderatore

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda elgnaro » mar 10 mar, 2020 13:27

per fare chiarezza questo è un pezzo del comunicato della fci per allenamenti su strada
"
Per il ciclismo italiano questo significa l'estensione dei divieti già previsti per le "zone rosse": dunque divieto di gare ciclistiche ma anche degli allenamenti. Su tutto il territorio nazionale non sono consentiti nè le gare nè gli allenamenti.

L'invito delle autorità è di rimanere assolutamente a casa fino al 3 aprile, salvo non vi siano motivazioni urgenti e necessarie."
quindi anche gli allenamenti in bici da strada o mtb sono sospesi per non andare a gravare sul sistema sanitario in caso di caduta.
Avatar utente
elgnaro
Socio ordinario
 
Messaggi: 9243
Iscritto il: mar 10 nov, 2009 14:10
Località: castenedolo

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Boss » mar 10 mar, 2020 13:35

Snowflake ha scritto:È una questione di buon senso, il servizio sanitario non è disponibile, se per caso succede un incidente anche banale nel tragitto stradale o durante l'escursione è un pericolo per la persona e un problema per la sanità pubblica.

E' vero, almeno in parte, perché comunque mi pare che a Brescia si siano un po' divisi i compiti. I problemi maggiori ce li hanno tutti quelli che, per un motivo o per l'altro, devono accedere ai reparti di terapia intensiva/rianimazione.
I rischi però ci sono anche a stare a casa. Minori, magari, ma non nulli, soprattutto per chi non è abituato a starsene con le mani in mano. ;-)

Detto questo, buon senso sempre e comunque. Quello che se fosse stato usato da molte più persone al momento in cui è stato scoperto il primo focolaio a Codogno, anziché fare le cozze sbruffone appiccicate allo scoglio fino a sabato notte, non ci avrebbe lasciato in questa situazione, ma inutile piangere sul latte versato (da altri, nel mio caso).

Perché l'assurdo è che stare a casa in realtà di suo serve a poco o nulla in questo frangente, l'importante è stare separati, fuori E dentro le mura domestiche. E infatti erano tutti, rigorosamente, immancabilmente appiccicati gli uni agli altri (anche in coda al supermercato, l'ultima questa notte, compendio finale della deficienza e della follia umana).
How the hell did I get here so soon?

Our weary eyes still stray to the horizon
Though down this road we've been so many times

Avatar utente
Boss
Socio sostenitore
 
Messaggi: 12101
Iscritto il: mer 05 mag, 2010 18:07
Località: Tra Brescia (Borgo Trento) e Milano

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda oscarbs » ven 24 apr, 2020 10:39

Certo che sentir parlare di lockdown nel bresciano, fa veramente sorridere. :mryellow:
Sono più tante le ditte aperte di quelle chiuse!!! :oops:
Stamattina c'erano code di auto in Val Trompia!!! :oops:

Ma quale Lockdown? Cerchiamo di essere seri dai....
Nonostante tutto, comunque vada, IO TIFO BRESCIA.
Avatar utente
oscarbs
Socio fondatore
 
Messaggi: 20409
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 22:53
Località: Barco di Cazzago S. Martino (BS)

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda elgnaro » ven 24 apr, 2020 11:14

oscarbs ha scritto:Certo che sentir parlare di lockdown nel bresciano, fa veramente sorridere. :mryellow:
Sono più tante le ditte aperte di quelle chiuse!!! :oops:
Stamattina c'erano code di auto in Val Trompia!!! :oops:

Ma quale Lockdown? Cerchiamo di essere seri dai....

Sai che hai ragione....io va be lavoro in Smart working, ma in teoria la mia ditta è aperta, e cosi coma altre ditte che conosco....diciamo che lavorano a ritmo ridotto ma bene o male non è che abbiano proprio chiuso, anzi un mio amico fa straordinarie a gogo, e non centra niente con la sanità.
Avatar utente
elgnaro
Socio ordinario
 
Messaggi: 9243
Iscritto il: mar 10 nov, 2009 14:10
Località: castenedolo

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda elgnaro » ven 24 apr, 2020 11:20

Devo invece dire che un sacco di ditte nel trentino ad un passo da me sono sul confine hanno veramente effettuato il lockdown, alcune sono chiuse addirittura da prima del decreto dell'8 marzo, mi serviva il pellet e non riuscivo a trovarlo perchè erano chiuse ed era il 3 marzo.
senza contare che ho una ciclabile che passa a circa 100m da casa e passano i carabinieri a controllare che non ci sia nessuno almeno 4/5 volte al giorno a Pasqua addirittura 2 volte all'ora.
Avatar utente
elgnaro
Socio ordinario
 
Messaggi: 9243
Iscritto il: mar 10 nov, 2009 14:10
Località: castenedolo

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Borgo » ven 24 apr, 2020 11:33

oscarbs ha scritto:Certo che sentir parlare di lockdown nel bresciano, fa veramente sorridere. :mryellow:
Sono più tante le ditte aperte di quelle chiuse!!! :oops:
Stamattina c'erano code di auto in Val Trompia!!! :oops:

Ma quale Lockdown? Cerchiamo di essere seri dai....

Ora si sembra quasi come se fosse tutto già alle spalle... abbiamo vissuto 2 settimane vere di lockdown dove veramente non c’era un giro nessuno e si aveva il terrore ad uscire di casa... poi sono arrivate le deroghe alle aziende...


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
"Dio perdona sempre, l'uomo a volte, la terra mai"
Avatar utente
Borgo
Socio sostenitore
 
Messaggi: 17034
Iscritto il: sab 17 gen, 2009 22:07
Località: Chiari

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Liriometeo » ven 24 apr, 2020 11:38

Sul “veramente in giro nessuno “ avrei da ridire , di sanzionati anche 9000 in un giorno il bresciano ha fatto la sua parte in fatto di “ io NON sto a casa “.
Diciamo che ora con aziende aperte intuisci chi si sposta per lavoro e chi no , ieri mi dicevano a un distributore carburanti del mio paese aver il solo il 50% in meno di vendita carburante , rispetto ad una normale apertura , settimane fa erano al -80% .
Gente in giro c’è ora ma per lavoro , io visto ieri su provinciale Bs - Bg .
meteoCologne

La verità vince sempre purché si abbia la capacità di riconoscerla ( cit. )
.
Avatar utente
Liriometeo
Socio fondatore
 
Messaggi: 36116
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 22:06
Località: cologne franciacorta ( Brescia) , riccione ( Rn )

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda oscarbs » ven 24 apr, 2020 12:35

Liriometeo ha scritto:Sul “veramente in giro nessuno “ avrei da ridire , di sanzionati anche 9000 in un giorno il bresciano ha fatto la sua parte in fatto di “ io NON sto a casa “.
Diciamo che ora con aziende aperte intuisci chi si sposta per lavoro e chi no , ieri mi dicevano a un distributore carburanti del mio paese aver il solo il 50% in meno di vendita carburante , rispetto ad una normale apertura , settimane fa erano al -80% .
Gente in giro c’è ora ma per lavoro , io visto ieri su provinciale Bs - Bg .

Sì Fabio, sono d'accordo, la maggior parte della gente che c'è in giro è per lavoro, infatti la domenica non c'è in giro quasi nessuno.
Ma quello che vorrei sottolineare è che ATTUALMENTE SONO APERTE TANTISSIME AZIENDE! Ha ragione Borgo quando dice che il vero lockdown nel bresciano è durato solo un paio di settimane.
Speriamo di non doverne pagare le conseguenze, a livello pandemico, fra qualche settimana. :indeciso:
Nonostante tutto, comunque vada, IO TIFO BRESCIA.
Avatar utente
oscarbs
Socio fondatore
 
Messaggi: 20409
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 22:53
Località: Barco di Cazzago S. Martino (BS)

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda oscarbs » ven 24 apr, 2020 12:43

Qualcuno è in grado di spiegarmi come mai i mass-media nazionali parlano così tanto dell'epidemia a Bergamo e così poco di quanto è successo/succede a Brescia? :indeciso:
Per ogni volta che appare Del Bono in TV, Gori appare 20 volte.
Per ogni volta che parlano del Civile di Brescia, parlano 20 volte del Giovanni XXII di Bergamo.
Bergamo, Bergamo, Bergamo.
E Brescia?????
Nonostante tutto, comunque vada, IO TIFO BRESCIA.
Avatar utente
oscarbs
Socio fondatore
 
Messaggi: 20409
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 22:53
Località: Barco di Cazzago S. Martino (BS)

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Boss » ven 24 apr, 2020 16:08

Io una mezza idea ce l'ho, ma non è riferibile.

Quanto alla chiusura, tolte le aziende che non hanno mai chiuso, ci sono state molteplici aperture a partire da Pasqua e altre ce ne saranno la settimana prossima.
In sostanza, mentre a livello ufficiale si parlava di come e quando riaprire, a livello pratico molti avevano già riaperto, stavano per riaprire. Avanti di questo passo arrivereno al paradosso che una delle attività a più basso rischio (uscire DA SOLI mantenendo le distanze) resterà l'unica ancora vietata.

Anche sui modi di riapertura se ne sentono e vedono di tutti i colori: in teoria dovtebbero avvenire nel più rigoroso rispetto di norme di sicurezza (garanzia del distanziamento, dispositivi di sicurezza, sanificazione degli ambienti e dei macchinari, ricambi di aria...), in pratica si va da chi fa le cose in modo rigoroso a chi le fa alla sperindio. E siccome le mascherine sono oggettivamente scomode e non ci siamo abituati, c'è già chi dopo poco le porta a protezione del mento, o dei capelli :wallbash: :wallbash:
Questo ovviamente ci pone di fronte a grossi rischi per l'immediato futuro, perché una delle chiavi del contagio è la prossimità, e l'altra è la condivisione di spazi chiusi. Cioè l'ambiente di lavoro della maggior parte dei casi.
Resterà quindi da capire cosa succederà, considerando che stanno sbracando su tutto per oggettive e gravi difficoltà economiche. Anche su quello ho un mezzo sospetto, ma lo tengo per me.

Ps: in base ai dati ufficiali comunicati, i sanzionati sono stati una percentuale irrisoria dei controllati. Quindi la gente è restata a casa, anche quando questo ha comportato la vincita di un biglietto per un viaggio (per alcuni di sola andata) all'ospedale.
How the hell did I get here so soon?

Our weary eyes still stray to the horizon
Though down this road we've been so many times

Avatar utente
Boss
Socio sostenitore
 
Messaggi: 12101
Iscritto il: mer 05 mag, 2010 18:07
Località: Tra Brescia (Borgo Trento) e Milano

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Liriometeo » ven 24 apr, 2020 18:45

oscarbs ha scritto:Qualcuno è in grado di spiegarmi come mai i mass-media nazionali parlano così tanto dell'epidemia a Bergamo e così poco di quanto è successo/succede a Brescia? :indeciso:
Per ogni volta che appare Del Bono in TV, Gori appare 20 volte.
Per ogni volta che parlano del Civile di Brescia, parlano 20 volte del Giovanni XXII di Bergamo.
Bergamo, Bergamo, Bergamo.
E Brescia?????
Bergamo fa più notizia
Brescia no , questi sono i dati odierni regionali ...



Immagine
meteoCologne

La verità vince sempre purché si abbia la capacità di riconoscerla ( cit. )
.
Avatar utente
Liriometeo
Socio fondatore
 
Messaggi: 36116
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 22:06
Località: cologne franciacorta ( Brescia) , riccione ( Rn )

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Liriometeo » ven 24 apr, 2020 18:46

Immagine
meteoCologne

La verità vince sempre purché si abbia la capacità di riconoscerla ( cit. )
.
Avatar utente
Liriometeo
Socio fondatore
 
Messaggi: 36116
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 22:06
Località: cologne franciacorta ( Brescia) , riccione ( Rn )

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda simone » dom 26 apr, 2020 00:21

Capisco che tutto l'interesse sia sul virus, sulle ripartenze ecc ecc, ma mi sembra che sia troppa sottovalutazione sulla ripartenza economica che sarà un tonfo senza precedenti. Rischiamo che ci si prepari a ripartire quando almeno la metà non ripartiranno.

Inviato dal mio DLI-L22 utilizzando Tapatalk
Appassionato di meteorologia
Avatar utente
simone
Socio ordinario
 
Messaggi: 11967
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 10:18
Località: palazzolo sull'oglio

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Liriometeo » dom 26 apr, 2020 07:47

Immagine
Immagine
meteoCologne

La verità vince sempre purché si abbia la capacità di riconoscerla ( cit. )
.
Avatar utente
Liriometeo
Socio fondatore
 
Messaggi: 36116
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 22:06
Località: cologne franciacorta ( Brescia) , riccione ( Rn )

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda simone » dom 26 apr, 2020 09:33

oscarbs ha scritto:Qualcuno è in grado di spiegarmi come mai i mass-media nazionali parlano così tanto dell'epidemia a Bergamo e così poco di quanto è successo/succede a Brescia? :indeciso:
Per ogni volta che appare Del Bono in TV, Gori appare 20 volte.
Per ogni volta che parlano del Civile di Brescia, parlano 20 volte del Giovanni XXII di Bergamo.
Bergamo, Bergamo, Bergamo.
E Brescia?????
Ho notato anche io questa cosa oscar. Però potrebbe essere una cosa positiva perché è stata etichettata come zona pestilenziale da buona parte d'italia. Magari, se si dimenticano Brescia, saremo piu liberi di spostarci fra qualche mese senza problemi.

Inviato dal mio DLI-L22 utilizzando Tapatalk
Appassionato di meteorologia
Avatar utente
simone
Socio ordinario
 
Messaggi: 11967
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 10:18
Località: palazzolo sull'oglio

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda simone » gio 14 mag, 2020 11:37

Vi rendo conto della mia esperienza.
Lunedì scorso la mia ditta ha eseguito grazie all'ausilio del medico del lavoro un test sierologico rapido (materiale aquistato dall'azienda) su tutti i dipendenti.
Il risultato (non avevo dubbi a dire la verità) e che sono risultato positivo agli anticorpi IgG ossia quelli che certificano che il mio sistema immunitario ha incontrato il covid-19 e avrei preso immunità. Negativo agli anticorpi IgM ossia quelli che testimoniano la prima difesa immunitaria e che indicano che potresti avere la malattia in corso ed essere contagioso.
Io mi sono ammalato a metà marzo con sintomi abbastanza lievi e febbre bassa per 2 giorni. Mia moglie peggio con 4 giorni di febbre, mio figlio a ruota con un giorno di febbre alta e uno con febbre bassa. Mia figlia il nulla. Tutti chiusi assieme in casa.

La cosa abbastanza inquietante e che su circa 30 dipendenti monitorati solo 4 sono risultati positivi come mè. Di questi, 2 non hanno avuto assolutamente nulla e nessun sintomo. Quindi non è da escludere che in quel periodo (e forse anche ora) girasse gente ammalata senza sapere di esserlo con relativo rischio di poter contagiare. Io rimango comunque dell'idea che l'asintomatico ha scarse possibilità di contagiare ora che si gira con mascherine o guanti perchè ha scarse possibilità di tossire o starnutire e quindi di trasmettere il virus.

Inutile dire che uno sceaning di massa anche con questo sistema rapido (10 minuti) ti permette di sapere con quasi certezza se lo hai fatto e con sufficiente certezza se puoi essere contagioso. Peccato che l'ISS lo consideri non affidabile e ti costringa ad un iter burocratico, magari a tue spese, per sapere qualcosa con ulteriori perdite di tempo fra attese e tempi di risposta, tipo richieste di tampone che non ti faranno mai se non sei in fin di vita.

Da parte mia... stendiamo un velo pietoso. :bye:
Appassionato di meteorologia
Avatar utente
simone
Socio ordinario
 
Messaggi: 11967
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 10:18
Località: palazzolo sull'oglio

Re: Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Boss » gio 14 mag, 2020 12:48

Togli il dubbio: per mesi ha sicuramente girato gente del tutto asintomatica o con sintomi lievi/moderati e facilmente confondibili con altre patologie di stagione (raffreddori e sindromi influenzali sono comuni nel semestre invernale). Io stesso ho il sospetto di aver fatto il mio ultimo viaggio da Milano (a febbraio) in compagnia di uno o due potenziali malati.
Dal momento che continuano a spuntare giornalmente nuovi contagi con i metodi di ricerca....creativi in uso qui, è probabile che diversi asintomatici siano in giro anche ora, anche se probabilmente molti meno di quanti ce ne erano nel periodo gennaio-marzo.

Usando mascherine, distanziamento sociale e un minimo di buon senso con loro non ci sono problemi se li si incontra all'aperto e/o per periodi molto limitati, compresi supermercati e autobus.
Al chiuso e per periodi lunghi (posto di lavoro, casa) i rischi aumentano, anche perché la gente non è che stia eternamente zitta. ;-)
4 su 30 (sono il totale dei dipendenti o solo una parte?) fanno comunque il 13% del campione. ;-)
How the hell did I get here so soon?

Our weary eyes still stray to the horizon
Though down this road we've been so many times

Avatar utente
Boss
Socio sostenitore
 
Messaggi: 12101
Iscritto il: mer 05 mag, 2010 18:07
Località: Tra Brescia (Borgo Trento) e Milano

Coronavirus... Il punto nel bresciano.

Messaggioda Liriometeo » dom 17 mag, 2020 15:39

E di marzo , ma attualissima ...

CARISSIMI... !!

(Post scritto da un romagnolo.....
Per i Lombardi.)

"La Romagna non vi dimentica

I bergamaschi, come i bresciani, io li chiamo affettuosamente i terroni del nord, per il loro modo ruvido di fare, quel dialetto stretto, quell’accento montanaro e quel “pota” ripetuto ad ogni frase.

La gente di quelle zone è così, ha un rapporto viscerale con propria terra, pochi fronzoli, tanto lavoro e mai un lamento.


Divisi in valli, laghi e montagne, sono diversi da tutti. Il bergamasco come il bresciano, quando esce è un casinaro per natura, se entri in un bar non puoi non notarlo e quando beve non puoi tenergli testa.

Questo ve lo dice un romagnolo a cui la nonna a 3 anni bagnava i biscotti nel Sangiovese.

Quando diventi amico loro, non trovi solo un “socio” per la serata, trovi un fratello per la vita, ed è per questo che non fanno entrare tutti nella loro cerchia di persone amiche.

Non ho mai conosciuto gente così, lontani anni luce dallo stereotipo del Milanese sofisticato, i bergamaschi e i bresciani sono un po’ come noi romagnoli, sono naïf, solo molto più concreti e meno “caciaroni”.

Adesso stanno vivendo uno dei momenti più drammatici della loro storia.

Quando li senti, però, percepisci quel ruvido orgoglio di chi non si vuol far piegare, di chi nonostante tutto resta e resterà in piedi, con tutta fierezza di cui sono capaci.

Immagini come queste mettono i brividi, scuotono dentro e fanno tremare le gambe a tutti ma non a loro.

Loro rimangono dritti, chinano il capo dal dolore solo un momento ma non si piegano, non mollano, tengono “botta” forti come le montagne che li circondano.


Nessuno in Italia avrebbe potuto affrontare una situazione come questa con una tale dignità.

Tutta l’Italia sta ricevendo un grande esempio dalla vostra compostezza e dal vostro coraggio, fratelli miei.

La Romagna non vi dimentica!
La Romagna è vicina a voi in questa battaglia.

Non siete soli.... "
meteoCologne

La verità vince sempre purché si abbia la capacità di riconoscerla ( cit. )
.
Avatar utente
Liriometeo
Socio fondatore
 
Messaggi: 36116
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 22:06
Località: cologne franciacorta ( Brescia) , riccione ( Rn )

Precedente

Torna a Inganniamo il tempo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron