Punto Di Rugiada

Esponi i tuoi dubbi, o semplici curiosità , riguardanti la meteorologia

Moderatore: Moderatore

Punto Di Rugiada

Messaggioda RaffoxBS » mer 25 mar, 2009 23:33

Ciao a tutti, credo di aver fatto un po' di confusione con il punto di rugiada allora chiedo a voi...

Quello che non ho capito è: se il punto di rugiada è negativo può nevicare (ad esempio quando ci sono 6°C e nevica con un ur bassa), ma nel caso in cui il punto di rugiada sia sempre negativo ma non avvengono precipitazioni l'acqua (ad esempio delle pozzanghere) può passare dallo stato liquido a quello solido? O deve esserci una temperatura negativa?

Spero qualcuno possa rispondere :ok:
:bye:
Avatar utente
RaffoxBS
Socio ordinario
 
Messaggi: 13133
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 17:15
Località: Brescia

Re: Punto Di Rugiada

Messaggioda Radu » gio 26 mar, 2009 00:22

RaffoxBS ha scritto:Ciao a tutti, credo di aver fatto un po' di confusione con il punto di rugiada allora chiedo a voi...

Quello che non ho capito è: se il punto di rugiada è negativo può nevicare (ad esempio quando ci sono 6°C e nevica con un ur bassa), ma nel caso in cui il punto di rugiada sia sempre negativo ma non avvengono precipitazioni l'acqua (ad esempio delle pozzanghere) può passare dallo stato liquido a quello solido? O deve esserci una temperatura negativa?

Spero qualcuno possa rispondere :ok:
:bye:


Ciao, cerco di risponderti sperando di essere chiaro.
Nella tua domanda tralasci quella che è la temperatura più importante, cioè quella di bulbo umido (wet bulb).
Mettiamo dunque un po' d'ordine: abbiamo tre tipi di temperatura

1- temperatura di bulbo asciutto, cioè quella dell'aria, quella che siamo abituati a misurare
2- temperatura di bulbo umido (wet bulb), cioè, in pratica, la temperatura dell'acqua (si chiama così perchè nei vecchi termometri a mercurio si misurava con il bulbo avvolto in un panno umido)
3- temperatura di rugiada (Dew Point) che è la temperatura alla quale l'aria si condensa e diventa satura di vapore.

Ti faccio due esempi.
Consideriamo la presenza di nebbia con 1°C: l'umidità è prossima al 100%, cioè l'aria è satura di vapore, infatti se ci fai caso il Dew Point è quasi uguale alla temperatura di bulbo asciutto, magari sarà 0,8 o 0,9°C! Ed inoltre, essendo l'aria satura di vapore, quella temperatura sarà praticamente anche quella dell'acqua.
Consideriamo invece una situazione post-fohn con 3°C: l'aria è ancora secca, umidità intorno al 40%, per cui per farla saturare bisognerebbe abbassare tantissimo la temperatura, ed ecco che allora il Dew Point sarà intorno ai -7/-8°C (valore non preciso, è per darti un'idea). In questo caso, l'acqua cede calore all'aria, per cui sarà più fredda dell'aria stessa; c'è una formula (che non ricordo) che fornisce la temperatura dell'acqua in funzione dell'umidità e della pressione, cmq tieni conto che la temperatura dell'acqua (cioè appunto il wet bulb) è una via di mezzo tra la temperatura dell'aria e il Dew Point.
Quindi, nel nostro caso, avendo 3°C di temperatura dell'aria e -7°C di dew point, avremo (a spanne) una temperatura di bulbo umido di (3-7)/2 = -2°C (in realtà è qualcosina in più perchè è di più della metà).
Cio' vuol dire che, se la superficie non è riscaldata da fonti di calore come il sole, quindi di notte, in casi come questo di aria molto secca le pozzanghere possono ghiacciare anche con 3-4°C di temperatura dell'aria.
Però attento, per ghiacciare l'acqua non basta che il Dew Point sia negativo, lo deve essere anche (e soprattutto) la temperatura di bulbo umido!
Perchè ad esempio (come in questi giorni) possiamo avere temperature sui 10°C, Dew Point sui -2°C e quindi wet bulb sui (10-2)/2 = 4-5°C per cui l'acqua non ghiaccia!

Per calcolare abbastanza correttamente il wet bulb (che come spero avrai capito è fondamentale per la previsione di ghiaccio e neve) ti lascio questo link:

http://www.dossier.net/utilities/wet_bu ... index.html

...provaci e fammi sapere! :icon_wink:
Ultima modifica di Radu il gio 26 mar, 2009 01:01, modificato 4 volte in totale.
Avatar utente
Radu
Socio sostenitore
 
Messaggi: 4973
Iscritto il: mar 22 lug, 2008 21:20
Località: Provezze

Re: Punto Di Rugiada

Messaggioda Pavez » gio 26 mar, 2009 00:49

Cavolo Radu, stra-interessante! Sapresti per caso dirmi cose è chiamata in inglese la temperatura di bulbo umido? Vorrei vedere se vws la calcola in automatico..
:smile:
Non è importante quanti respiri farai nella tua vita, ciò che conta sono i momenti che il respiro te lo toglieranno.
Avatar utente
Pavez
Socio ordinario
 
Messaggi: 1101
Iscritto il: lun 03 mar, 2008 13:39
Località: Chiari (BS)

Re: Punto Di Rugiada

Messaggioda Radu » gio 26 mar, 2009 00:50

Pavez ha scritto:Cavolo Radu, stra-interessante! Sapresti per caso dirmi cose è chiamata in inglese la temperatura di bulbo umido? Vorrei vedere se vws la calcola in automatico..
:smile:


...è appunto la temperatura di "wet bulb" :icon_wink:
Avatar utente
Radu
Socio sostenitore
 
Messaggi: 4973
Iscritto il: mar 22 lug, 2008 21:20
Località: Provezze

Re: Punto Di Rugiada

Messaggioda Anubis » gio 26 mar, 2009 14:32

Grazie della spiegazione...in effetti è molto utile per capire come può cambiare lo stato della neve al suolo non solo in base alla temperatura ma anche dell'umidità e del wet bulb di cui non ero a conoscenza :ok:
Avatar utente
Anubis
Socio sostenitore
 
Messaggi: 3905
Iscritto il: mer 21 gen, 2009 23:26
Località: Niardo (BS)

Re: Punto Di Rugiada

Messaggioda RaffoxBS » gio 26 mar, 2009 18:03

Grazie Radu per la spiegazione, molto chiara! :ok: Ora dò un occhiata al link per il calcolo :bye:
Avatar utente
RaffoxBS
Socio ordinario
 
Messaggi: 13133
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 17:15
Località: Brescia

Re: Punto Di Rugiada

Messaggioda reghe82 » gio 26 mar, 2009 18:40

Radu ha scritto:
RaffoxBS ha scritto:Ciao a tutti, credo di aver fatto un po' di confusione con il punto di rugiada allora chiedo a voi...

Quello che non ho capito è: se il punto di rugiada è negativo può nevicare (ad esempio quando ci sono 6°C e nevica con un ur bassa), ma nel caso in cui il punto di rugiada sia sempre negativo ma non avvengono precipitazioni l'acqua (ad esempio delle pozzanghere) può passare dallo stato liquido a quello solido? O deve esserci una temperatura negativa?

Spero qualcuno possa rispondere :ok:
:bye:


Ciao, cerco di risponderti sperando di essere chiaro.
Nella tua domanda tralasci quella che è la temperatura più importante, cioè quella di bulbo umido (wet bulb).
Mettiamo dunque un po' d'ordine: abbiamo tre tipi di temperatura

1- temperatura di bulbo asciutto, cioè quella dell'aria, quella che siamo abituati a misurare
2- temperatura di bulbo umido (wet bulb), cioè, in pratica, la temperatura dell'acqua (si chiama così perchè nei vecchi termometri a mercurio si misurava con il bulbo avvolto in un panno umido)
3- temperatura di rugiada (Dew Point) che è la temperatura alla quale l'aria si condensa e diventa satura di vapore.

Ti faccio due esempi.
Consideriamo la presenza di nebbia con 1°C: l'umidità è prossima al 100%, cioè l'aria è satura di vapore, infatti se ci fai caso il Dew Point è quasi uguale alla temperatura di bulbo asciutto, magari sarà 0,8 o 0,9°C! Ed inoltre, essendo l'aria satura di vapore, quella temperatura sarà praticamente anche quella dell'acqua.
Consideriamo invece una situazione post-fohn con 3°C: l'aria è ancora secca, umidità intorno al 40%, per cui per farla saturare bisognerebbe abbassare tantissimo la temperatura, ed ecco che allora il Dew Point sarà intorno ai -7/-8°C (valore non preciso, è per darti un'idea). In questo caso, l'acqua cede calore all'aria, per cui sarà più fredda dell'aria stessa; c'è una formula (che non ricordo) che fornisce la temperatura dell'acqua in funzione dell'umidità e della pressione, cmq tieni conto che la temperatura dell'acqua (cioè appunto il wet bulb) è una via di mezzo tra la temperatura dell'aria e il Dew Point.
Quindi, nel nostro caso, avendo 3°C di temperatura dell'aria e -7°C di dew point, avremo (a spanne) una temperatura di bulbo umido di (3-7)/2 = -2°C (in realtà è qualcosina in più perchè è di più della metà).
Cio' vuol dire che, se la superficie non è riscaldata da fonti di calore come il sole, quindi di notte, in casi come questo di aria molto secca le pozzanghere possono ghiacciare anche con 3-4°C di temperatura dell'aria.
Però attento, per ghiacciare l'acqua non basta che il Dew Point sia negativo, lo deve essere anche (e soprattutto) la temperatura di bulbo umido!
Perchè ad esempio (come in questi giorni) possiamo avere temperature sui 10°C, Dew Point sui -2°C e quindi wet bulb sui (10-2)/2 = 4-5°C per cui l'acqua non ghiaccia!

Per calcolare abbastanza correttamente il wet bulb (che come spero avrai capito è fondamentale per la previsione di ghiaccio e neve) ti lascio questo link:

http://www.dossier.net/utilities/wet_bu ... index.html

...provaci e fammi sapere! :icon_wink:

Ciao Radu,
dovrò rileggerlo bene ma penso di avere capito.
In inverno, non quest'anno però, mi è capitato un sacco di volte di vedere dopo nottate molto ventose che la temperatura minima fosse di +2/+3° C, o comunque positiva. Ho notato però più volte che il terreno risultava (oltre che asciutto) anche molto duro e pertanto ghiacciato. Questo si spiega quindi con quello che hai appena descritto sopra? Io pensavo che in caso di dew point negativo potesse nevicare anche con temperature sopra lo zero ma non immaginavo che l'acqua potesse anche ghiacciare...
Sicuramente devo approfondire. Ma perchè a scuola ci insegnano che nevica con zero gradi e non si approfondiscono sto cose? mah... :indeciso:
Avatar utente
reghe82
Socio sostenitore
 
Messaggi: 18178
Iscritto il: ven 13 giu, 2008 21:38
Località: Esine (BS)

Re: Punto Di Rugiada

Messaggioda pataste » gio 26 mar, 2009 20:29

Bella spiegazione Radu,..brao..
Avatar utente
pataste
Uragano
Uragano
 
Messaggi: 14422
Iscritto il: mer 24 dic, 2008 13:38
Località: Losine (BS)

Ghiaccio di notte a temp. aria positiva (Re: Punto Di Rugiad

Messaggioda GianMarco Tavazzani » gio 31 mag, 2018 17:07

Come di giorno una superficie esposta al Sole si porta sopra la temperatura atmosferica, in una notte serena, essendo esposta ad una sorgente fredda che tende alla radiazione di fondo, diciamo -270°C, tende ad irradiare verso l'infinito raffreddandosi SOTTO la temperatura dell'aria. Se questa non compensa a sufficienza reintegrando il calore perso (il contrario che al Sole: se l'aria non raffredda abbastanza, la temperatura superficiale sale molto) ed è già prossima allo zero, la superficie esposta scenderà sotto lo zero e farà brinare come in un frigorifero le alette dell'evaporatore, farà rugiada come sul bicchiere con una bibita freddissima, farà ghiacciare se il suolo non riceve abbastanza calore da sotto.
GianMarco Tavazzani
Sereno
Sereno
 
Messaggi: 1
Iscritto il: gio 31 mag, 2018 16:58


Torna a Meteoscuola

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite