Tante Stazioni Meteorologiche... Ma quale sarà la realtà?

Consigli per gli acquisti e a tutto quanto concerne la strumentazione meteorologica

Moderatori: Moderatore, RaffoxBS

Tante Stazioni Meteorologiche... Ma quale sarà la realtà?

Messaggioda Storm » dom 19 apr, 2015 10:22

Davis, Peet Broos, per andare sulle più costose Vaisala, Columbia Weather e etc. Se messe a confronto a poca distanza una dall'altra, i Dati non sono uguali. Ma allora mi chiedo... Quale sarà la realtà? A che cosa dobbiamo credere? Ci fidiamo delle nostre Stazioni Meteo? Per dire... Solamente tra Davis Vue e Vantage c'è differenza di Dati :roll: Secondo voi meglio la Davis Instruments per Qualità/Prezzo o andare su Stazioni Meteorologiche Professionali?
Storm
Sereno
Sereno
 
Messaggi: 15
Iscritto il: ven 17 apr, 2015 11:44
Località: Basilicanova 123 metri d'Altitudine

Re: Tante Stazioni Meteorologiche... Ma quale sarà la realtà

Messaggioda simone » lun 20 apr, 2015 08:08

Io riporto i test di un amico. Le differenze sorgono se hai una termica passiva o attiva (ventilata).in quel caso sorgono in alcuni casi differenze notevoli anche superiori al grado. Poi sul grado di affidabilità non saprei.magari qualcuno ha comparato le professional alle semiprofessional e ha scorto delle differenze.ho anche il parere di un tecnico il quale mi ha detto che l'elettronica della Davis e tutt'altro che all'avanguardia, ma quello può dire poco o tanto. Certo e che avendo quasi un monopolio sulle stazioni di un certo livello la possono far pagare bene...

da tapatalk
Appassionato di meteorologia
Avatar utente
simone
Socio ordinario
 
Messaggi: 11893
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 09:18
Località: palazzolo sull'oglio

Re: Tante Stazioni Meteorologiche... Ma quale sarà la realtà

Messaggioda StefanoBs » lun 20 apr, 2015 08:15

simone ha scritto:Io riporto i test di un amico. Le differenze sorgono se hai una termica passiva o attiva (ventilata).in quel caso sorgono in alcuni casi differenze notevoli anche superiori al grado. Poi sul grado di affidabilità non saprei.magari qualcuno ha comparato le professional alle semiprofessional e ha scorto delle differenze.ho anche il parere di un tecnico il quale mi ha detto che l'elettronica della Davis e tutt'altro che all'avanguardia, ma quello può dire poco o tanto. Certo e che avendo quasi un monopolio sulle stazioni di un certo livello la possono far pagare bene...

da tapatalk


Da esperienza vissuta in prima persona.
Il Pastori ha acquistato una stazione meteo da oltre 2.000€ (non farò il nome ovviamente) e affiancata alla Davis. Questa stazione meteo nei primi giorni segnava 2°C in più rispetto alla Davis. Ci sono venuti seri dubbi sulla strumentazione e addirittura pensavamo fosse errato il valore registrato dalla Davis (ovviamente il valore era coerente con le altre stazioni di Meteopassione).
Abbiamo contattato il venditore e ci ha detto che era impossibile che i valori fossero diversi, perchè il sensore termo-igro della stazione è quello... della Davis !!
Il problema era la "schermatura". Cambiato lo schermo a fungo che ci avevano dato con uno passivo Davis, la stazione ha incominciato a registrare i medesimi dati della stazione Davis.

Ricordiamoci poi che c'è sempre un margine d'errore di +/0,3°C . Quindi non starei lì a fissare i decimi, altrimenti c'è da uscirne matti. Questa esperienza per dirvi che nella rilevazione termica è fondamentale la schermatura più che il sensore stesso.
La felicità non consiste nell'angoscioso raggiungimento di un obiettivo, ma nell'attimo in cui si percepisce la grandezza di ciò che già si possiede.
Avatar utente
StefanoBs
Socio fondatore
 
Messaggi: 40953
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 18:56
Località: Roncadelle (Bs)

Re: Tante Stazioni Meteorologiche... Ma quale sarà la realtà

Messaggioda simone » lun 25 mag, 2015 15:52

Ho letto un test effettuato da uno con 2 stazioni adiacenti Davis e lacrosse. Secondo la sua opinione la differenza basilare viene dal l'anemometro mentre con il sensore temperatura umidità, a parità di schermatura ha risultati molto simili. Col pluvio ha ottenuto differenti risultati,di poco, ma non saprebbe valutare chi e migliore. Sulla qualità consolle mi sembra di aver capito da varie letture che la Davis e superiore.

da tapatalk
Appassionato di meteorologia
Avatar utente
simone
Socio ordinario
 
Messaggi: 11893
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 09:18
Località: palazzolo sull'oglio

Re: Tante Stazioni Meteorologiche... Ma quale sarà la realtà

Messaggioda simone » lun 25 mag, 2015 15:53

simone ha scritto:Ho letto un test effettuato da uno con 2 stazioni adiacenti Davis e lacrosse. Secondo la sua opinione la differenza basilare viene dal l'anemometro (meglio il davis)mentre con il sensore temperatura umidità, a parità di schermatura ha risultati molto simili. Col pluvio ha ottenuto differenti risultati,di poco, ma non saprebbe valutare chi e migliore. Sulla qualità consolle mi sembra di aver capito da varie letture che la Davis e superiore.

da tapatalk




da tapatalk
Appassionato di meteorologia
Avatar utente
simone
Socio ordinario
 
Messaggi: 11893
Iscritto il: sab 01 mar, 2008 09:18
Località: palazzolo sull'oglio

Re: Tante Stazioni Meteorologiche... Ma quale sarà la realtà

Messaggioda Liriometeo » lun 25 mag, 2015 20:07

Qualità sensoristica differente simone
Pluvio Davis sebbene di poco rispecchia le normative OMM
Gli altri ovviamente no
Anemometro stesso discorso sensoristica
Il tipo di plastica be... È lì da vedere
meteoCologne

La verità vince sempre purché si abbia la capacità di riconoscerla ( cit. )
.
Avatar utente
Liriometeo
Socio fondatore
 
Messaggi: 35960
Iscritto il: ven 29 feb, 2008 21:06
Località: cologne franciacorta ( Brescia) , riccione ( Rn )


Torna a Strumenti meteo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite