NASA

NASA

Messaggioda TWISTER » mer 19 set, 2012 15:55

Gli specchi potenti principali del telescopio James Webb Space sarà in grado di rilevare la luce proveniente da galassie lontane. Il produttore di quegli specchi, Ball Aerospace & Technologies Corp. di Boulder, Colorado, ha recentemente festeggiato i loro sforzi di successo come segmenti di specchio sono stati confezionati in contenitori speciali di trasporto (lattine) per la spedizione alla NASA.
Il telescopio Webb ha 21 specchi, con 18 segmenti dello specchio primario che lavorano insieme come un unico da 21,3 piedi (6,5 metri) specchio primario. I segmenti specchio sono fatti di berillio, che è stato selezionato per la sua rigidità, leggerezza e stabilità a temperature criogeniche. Berillio Bare non è molto riflettente della luce nel vicino infrarosso, per cui ogni specchio è rivestita con circa 0,12 oncia d'oro.
Immagine
Image Credit: Ball Aerospace
IW2DCN Diretta dati stazione Monte Baldo completi www.dcntecnology.org
IW2DCN Diretta webcam Monte Baldo http://www.dcntecnology.org/webcam.html
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » gio 20 set, 2012 10:53

Telescopi NASA Spy Ultra-Distant Galaxy Tra 'secoli bui' Cosmic


WASHINGTON - Con la potenza combinata di Spitzer della NASA e telescopi spaziali Hubble, così come un effetto di ingrandimento cosmica, gli astronomi hanno individuato quello che potrebbe essere la galassia più distante mai visto. La luce dalla galassia giovane catturato dagli osservatori orbitanti prima brillava quando il nostro 13,7 miliardi di anni universo aveva solo 500 milioni di anni.

La lontana galassia esisteva all'interno di un periodo importante in cui l'universo ha cominciato a transito dalle ere cosmiche cosiddetti scuri. Durante questo periodo, l'universo è passato da un buio, senza stelle distesa di un cosmo riconoscibili pieno di galassie. La scoperta del debole, piccola galassia apre una finestra su più profonde, delle epoche più remote della storia cosmica.

"Questa galassia è l'oggetto più lontano che abbiamo mai osservato con elevata sicurezza", ha detto Wei Zheng, un ricercatore principale nel dipartimento di fisica e astronomia presso la Johns Hopkins University di Baltimora e autore di un articolo nuovo che appare in natura. "I lavori futuri che coinvolgono questa galassia, così come altre simili che speriamo di trovare, ci permetterà di studiare gli oggetti più antichi dell'universo e come i secoli bui finita."

La luce dalla galassia primordiale percorso circa 13,2 miliardi di anni luce prima di raggiungere NASA telescopi. In altre parole, la luce delle stelle portato a casa da Hubble e Spitzer ha lasciato la galassia quando l'universo aveva solo 3,6 per cento della sua età attuale. Tecnicamente parlando, la galassia ha un redshift, o "z", di 9.6. Il redshift termine si riferisce alla quantità di luce di un oggetto è spostato in lunghezze d'onda a causa dell'espansione dell'universo. Gli astronomi usano redshift per descrivere le distanze cosmiche.

A differenza dei precedenti rilevamenti di candidati galassia in questa fascia di età, che sono stati solo intravisto in un unico colore, o lunghezza d'onda, questa galassia ritrovata è stato visto in cinque bande di frequenza diverse. Come parte del Cluster Lensing e le visite di Supernova con il programma di Hubble, il telescopio spaziale Hubble ha registrato il recente descrizione, lontane galassie in quattro bande di lunghezza d'onda del visibile e dell'infrarosso. Spitzer ha misurato in un quinto, più lunga lunghezza d'onda banda dell'infrarosso, ponendo la scoperta su basi più solide.

Oggetti a queste distanze estreme sono per lo più al di là della sensibilità di rilevamento dei più grandi telescopi di oggi. Per catturare la vista di questi primi, galassie lontane, gli astronomi si basano su lente gravitazionale. In questo fenomeno, previsto da Albert Einstein un secolo fa, la gravità dei fili di ordito in primo piano oggetti e ingrandisce la luce proveniente da oggetti sullo sfondo. Un ammasso di galassie massiccio situato tra la nostra galassia e la galassia ritrovata ingrandita luce della galassia è ritrovata, illuminando l'oggetto remoto circa 15 volte e portarla in vista.

Sulla base delle osservazioni di Hubble e Spitzer, gli astronomi che la galassia distante era meno di 200 milioni di anni fa quando è stato visualizzato. E 'anche piccolo e compatto, che contiene solo circa l'1 per cento della massa della Via Lattea. Secondo le principali teorie cosmologiche, le prime galassie in effetti avrebbe dovuto cominciare molto piccolo. Poi progressivamente fusa, poi accumulando nelle galassie considerevole dell'universo più moderno.

Queste prime galassie probabilmente giocato il ruolo dominante nell'epoca della reionizzazione, l'evento che ha segnato la fine del medioevo dell'universo. Questa epoca iniziata circa 400.000 anni dopo il Big Bang, quando l'idrogeno neutro formato da particelle di raffreddamento. Le prime stelle luminose e le loro galassie ospiti è emerso qualche centinaio di milioni di anni dopo. L'energia rilasciata da queste prime galassie si pensa abbia causato l'idrogeno neutro sparsi in tutto l'universo di ionizzare, o perdere un elettrone, uno stato che il gas è rimasto in da allora.

"In sostanza, durante l'epoca di reionizzazione, le luci si accesero nell'universo", ha detto il co-autore della carta Leonidas Moustakas, un ricercatore della NASA Jet Propulsion Laboratory, una divisione del California Institute of Technology di Pasadena, in California

Gli astronomi in programma di studiare la nascita delle prime stelle e galassie e l'epoca della reionizzazione con il successore di Hubble e Spitzer sia, della NASA James Webb Telescope, che è prevista per il lancio nel 2018. La galassia distante appena descritto probabilmente sarà un obiettivo primario.
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » sab 29 set, 2012 11:38

Immagine
Il 28 settembre 2012 una vettore Ariane 5 è decollato dallo spazioporto europeo nella Guyana francese con la sua missione di posizionare due satelliti per telecomunicazioni, Astra-2F e GSAT-10, nelle loro orbite previste trasferimento geostazionaria. Decollo del volo VA209, la 65 ° missione di Ariane 5, è arrivato alle 21:18 GMT (23:18 CEST, 18:18 Guyana Francese).

Credits: ESA / Arianespace
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » gio 11 ott, 2012 16:54

Immagine
Thor-Able I con il Pioneer in cima, prima del lancio di Test da quello che oggi è il Kennedy Space Center. 54 anni fa l'11 ottobre 1958, il primo veicolo spaziale (NASA). Anche se la sonda non è riuscita a raggiungere la Luna, ha trasmesso 43 ore di dati.
Image Credit: NASA
Complimenti a tutte le persone che hanno creduto in questo sogno che con il tempo si è poi realizzato
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » ven 09 nov, 2012 12:16

Immagine
La Via Lattea e di altre galassie nel porto dell'universo molti ammassi di stelle giovani e le associazioni che ogni contengono centinaia di migliaia di calde, massicce, giovani stelle note come stelle O e B. L'ammasso stellare Cygnus OB2 contiene più di 60 stelle di tipo O e circa un migliaio di stelle di tipo B. Osservazioni profonde con la NASA Chandra X-ray Observatory sono stati utilizzati per rilevare l'emissione di raggi X dalle atmosfere calde esterne, o corone, di giovani stelle del cluster e per sondare come queste fabbriche stelle affascinanti formarsi ed evolversi. Circa 1.700 sorgenti di raggi X sono stati rilevati, di cui circa 1.450 pensato per essere stelle del cluster. In questa immagine, i raggi X di Chandra (blu) sono stati combinati con i dati a infrarossi dal telescopio della NASA Spitzer Space (rosso) e dati ottici dal Newton Telescope (arancione).

Immagine di credito: NASA
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » ven 09 nov, 2012 19:32

Immagine
Felice Piccolo cratere su Mercurio

Sembra che anche i crateri di Mercurio hanno sentito parlare di Bob Ross! I picchi centrali di questo cratere complesso si sono formate in modo che assomiglia ad un volto sorridente. L'immagine ripresa dalla sonda MESSENGER è orientato verso nord e verso il basso.
La sonda MESSENGER è il primo veicolo spaziale a orbitare intorno al pianeta Mercurio, e ha a bordo diversi strumenti scientifici per svelare la storia e l'evoluzione del pianeta più interno del Sistema Solare. Nel corso di un anno la missione primaria, MESSENGER ha acquisito 88.746 immagini e ampi set di dati di altri.
Image Credit: NASA
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » mar 04 dic, 2012 12:07

Tiny Tethys
Immagine
Tethys non può essere piccolo per gli standard normali, ma quando viene catturato insieme a Saturno, non si può fare a meno di sembrare piuttosto piccola.

Anche gli anelli di Saturno sembrano nano Tethys (660 miglia, o 1062 km di diametro), che è in alto a sinistra dell'immagine, anche se gli scienziati credono che la luna per essere molte volte più massicce del sistema intero anello combinato. Questo punto di vista sembra verso il lato non illuminato degli anelli di circa 18 gradi sotto l'ringplane. L'immagine è stata scattata in luce verde con la sonda Cassini telecamera grandangolare il 19 agosto 2012.

La vista è stata acquisita ad una distanza di circa 1,5 milioni di miglia (2.400 mila km) da Saturno e ad un Saturn-Sole-veicolo spaziale, o fase, angolo di 63 gradi. Scala di immagine di 86 miglia (138 chilometri) per pixel.
Il Jet Propulsion Laboratory, una divisione del California Institute of Technology di Pasadena, gestisce la missione per la NASA Science Mission Directorate, Washington, DC L'orbiter Cassini e le sue due macchine fotografiche a bordo sono stati progettati, sviluppato e assemblato al JPL. Il centro di imaging operazioni ha sede presso la Space Science Institute di Boulder, Colorado
Image credit: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Questa missione Cassini-Huygens è un progetto di cooperazione della NASA, l'Agenzia spaziale europea e l'Agenzia Spaziale Italiana dobbiamo esserne veramente orgogliosi e essere riconoscenti a tutte queste persone che ci permettono di gustare queste infinità :icy_lol_flag:
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » mer 05 dic, 2012 18:47

Immagine
Atmosfera Innermost del Sole

Questa immagine combinato da 8-9 novembre, 2012, mostra l'atmosfera intima del sole visto dal Solar Dynamics Observatory (SDO), all'interno di una più grande immagine fornita dal Solar and Heliospheric Observatory (SOHO). Un espulsione di massa coronale può essere visto viaggiare lontano dal sole nell'angolo in alto a destra. Gli scienziati possono confrontare le immagini di correlare ciò che sta accadendo vicino al sole con ciò che accade lontano.
Image credit: ESA/NASA
Penso che immagini di questo tipo non abbiano bisogno di commenti ma solo un grazie per il lavoro che svolgono per permetterci di "vedere " questi spettacoli
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » ven 07 dic, 2012 20:12

Sono passati 40 anni dal lancio di Apollo 17

L'enorme, 363 metri di altezza Apollo 17 (Spacecraft 114/Lunar modulo 12/Saturn 512) veicolo spaziale è lanciato da Pad A., Launch Complex 39, Kennedy Space Center (KSC), in Florida, alle 00:33 (CET) , 7 dicembre 1972.

Apollo 17, l'ultima missione di atterraggio lunare in programma Apollo della NASA, è stato il primo decollo notturno del veicolo di lancio Saturn V. A bordo della navicella spaziale Apollo 17 erano astronauta Eugene Cernan A., comandante; astronauta Ronald E. Evans, pilota del modulo di comando, e lo scienziato-astronauta Harrison H. Schmitt, pilota del modulo lunare. Fiamma dai cinque motori F-1 del Apollo / Saturn primo (S-1C) fase illumina la scena notturna. Una presa di due ore e 40 minuti di ritardo del lancio dell'Apollo 17.
Immagine
Photo credit: NASA
Un pezzettino della storia scritta dall'uomo che rimarrà per sempre nel futuro
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » gio 20 dic, 2012 18:03

Immagine
Hubble Space Telescope ha fotografato questa bellissima imagine nel vicino planetario chiamato NGC 5189.
Le nebulose planetarie rappresentano lo stadio finale di breve durata della vita di una stella di medie dimensioni come il nostro sole. Consumando l'ultimo del combustibile nel suo nucleo, la stella morente espelle una gran parte del suo involucro esterno. Questo materiale viene poi riscaldato dalla radiazione dal residuo stellare e irradia, producendo nubi di gas incandescente che possono mostrare strutture complesse, come l'espulsione di massa dalla stella è uniforme nel tempo e direzione.
Image Credit: NASA/Hubble
Immagine fantastica complimenti!
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » mer 30 gen, 2013 10:58

l'Agenzia lancerà la strumentazione ISS-RapidScat verso la Stazione Spaziale Internazionale nel 2014 per misurare la superficie di oceano-velocità e direzione del vento.
L'ISS-RapidScat strumento contribuirà a migliorare le previsioni del tempo, tra cui il monitoraggio degli uragani, e la comprensione di come le interazioni oceano-atmosfera influenzare il clima della Terra.
ISS-RapidScat aiuterà a colmare il vuoto di dati creata quando QuikSCAT, che è stato progettato per durare due anni, ma in funzione per 10, interrotto la raccolta dei dati di vento, oceano, alla fine del 2009. Un scatterometro è un sensore radar a microonde per misurare l'effetto di riflessione o dispersione prodotta durante la scansione della superficie della Terra da un aereo o un satellite.
NASA e la National Oceanic and Atmospheric Administration hanno studiato la nuova generazione per sostituire QuikSCAT , ma il suo successore non sarà disponibile a breve.
"ISS-RapidScat rappresenta un approccio a basso costo per l'acquisizione di importanti dati di vento vettore per migliorare il controllo globale di uragani e altre tempeste ad alta intensità", ha dichiarato Howard Eisen, ISS-RapidScat project manager al JPL. "Sfruttando le funzionalità della Stazione Spaziale Internazionale e avanzi di riciclaggio hardware, si acquisiranno dati scientifici buoni ad una frazione degli investimenti necessari per lanciare un nuovo satellite."
ISS-RapidScat avrà precisione di misura simile a QuikSCAT e prenderà in esame tutte le regioni della Terra accessibili da orbita della stazione spaziale. Lo strumento sarà lanciato verso la Stazione Spaziale a bordo di un veicolo spaziale cargo SpaceX Dragon. Sarà installato sulla estremità della stazione laboratorio Columbus come payload autonoma richiede alcuna interazione da membri dell'equipaggio della stazione. Si prevede di operare a bordo della stazione per due anni.
ISS-RapidScat sfrutterà le caratteristiche uniche della Stazione Spaziale di promuovere la comprensione dei venti della Terra. Poiché l'orbita della stazione spaziale interseca le orbite di ciascuno di questi satelliti circa una volta ogni ora, ISS-RapidScat può servire come standard di calibrazione e di aiutare gli scienziati a mettere insieme i dati provenienti da fonti diverse in un lungo periodo di registrazione.
ISS-RapidScat raccoglierà anche misure di campo di vento globale della Terra in tutte le ore del giorno per tutte le sedi. Le variazioni di vento causate dal sole può svolgere un ruolo significativo nella formazione di nubi tropicali e dei sistemi tropicali che svolgono un ruolo dominante in acqua della Terra e cicli energetici. ISS-RapidScat osservazioni aiuteranno gli scienziati a capire meglio questi fenomeni e migliorare meteo e modelli climatici.
L'ISS-RapidScat progetto è una partnership di JPL e NASA stazione internazionale di Office Space Program presso il Johnson Space Center di Houston, con il sostegno della Divisione di Scienze della Terra della Direzione Scienza missione a Washington.

Per ulteriori informazioni sulle missioni della NASA scatterometria, visitare il sito:

http://winds.jpl.nasa.gov/index.cfm

Per ulteriori informazioni sulla Stazione Spaziale Internazionale, visitare il sito:

http://www.nasa.gov/station
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA

Re: NASA

Messaggioda TWISTER » gio 12 feb, 2015 17:22

Higos 11 febbraio a 03:03 UTC
NRL / NASA / NOAA
TWISTER
Neve forte
Neve forte
 
Messaggi: 1819
Iscritto il: sab 25 set, 2010 11:42
Località: BRESCIA


Torna a Astronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite