info@meteopassione.com

    |
  • Accedi

    |

notizie

  •  

    Per ora non si vedono novità sostanziali all'orizzonte per le nostre zone. Il tempo per ancora diversi giorni si manterrà buono, secco, mite. Ottobrata italiana in piena regola, attività all'aperto consigliate. Prima o poi la pacchia finirà....

  • 11/10/2017 Ottobrata Italiana

     

    Un possente anticiclone è destinato ad impossessarsi della penisola con il suo apice proprio nel weekend. Quindi il tempo mite di questi gionri probabilmente è destinato addirittura ad incrementarsi. Dalla foto in copertina lo scenario per domenica con il promontorio di alta pressione sull'italia con pressione in quota molto elevata che si traduce in stabilità assoluta e temperature molto miti ovunque e in altura per il periodo. Coriosità, sulla sinistra dell'alta pressione in oceano si può vedere l'uragano Ophelia destinato come tempesta extratropicale a risalire verso nord fino ad investire nella giornata di lunedì le coste dell'Irlanda con parte dei suoi venti da tempesta.

  •  

    Niente da fare. Se qualcuno, dopo un settembre fresco e instabile, si era illuso di poter vivere un autunno normale, dovrà scontrarsi con la dura realtà. Nei prossimi giorni un imponente area di alta pressione porterà temperature superiori alla media e cieli sereni o poco nuvolosi. Avremo tempo stabile fino a... data da destinarsi. Una pessima notizia per chi sogna la normalità.

  • 07/10/2017 Periodo secco

     

    Questa prima parte di ottobre ci sta facendo capire che il tempo non ha ancora nessuna intenzione di proporci piogge organizzate, anzi sembra proprio che a farci compagnia sarà ancora per parecchio tempo l'alta pressione. Dal punto di vista termico le temperature sono abbastanza in linea con il periodo, ma a livello di precipitazioni continuerà ancora questo lungo periodo di deficit. Intanto in queste ultime ore c'è stato almeno un notevole cambio d'aria, molto utile per i nostri polmoni.

  •  

    Stiamo vivendo dei giorni autunnali tranquilli con temperature massime gradevole per il periodo e minime fresche, ma neanche tanto, grazie all’umidità preesistente nei bassi strati. Infatti le nostre mattinate sono caratterizzate da foschie dense un po ovunque. Domani ci attende un cambio radicale per l’ingresso di un fronte che impatterà sulle alpi orientali. Da noi l’effetto sarà di un consistente aumento della ventilazione (la foto allegata mostra le raffiche consistenti sulle nostre valli) e di un cambio della massa d’aria che avrà anche il merito di abbattere gli inquinanti presenti in questi giorni sulle aree pianeggianti. Si passerà da un clima umido ad uno secco con termiche inizialmente basse. Infatti già nella notte fra venerdì e sabato avremo un tracollo termico in quota anche di 7-8 gradi rispetto a questi giorni. Anche in pianura il risveglio sarà frizzante e freddo ma con un pomeriggio limpido e gradevole. In sostanza il weekend sarà poi sereno e splendido, ma freddo di notte e al primo mattino e poi piacevole nelle ore calde del giorno.

  •  

    Complice soprattutto una seconda decade di Settembre particolarmente anomala e fredda, l'intero mese di Settembre è riuscito nell'ardua impresa di finire sotto la media 1971-2000. Risultato che non succedeva da ben 38 mesi, ovvero dal Luglio 2014. Risultato raggiunto tra l'altro sul filo di lana, con anomalia di appena -0,6°C, ma quanto basta per far ricordare questo mese come quello che infranse ciò che sembrava esser diventato un tabù.

©2015 Meteopassione.com, All rights reserved Restyling grafico Abacus#85