info@meteopassione.com

    |
  • Accedi

    |

notizie

  •  

    Come da tradizione, domani sera nei vari paesi si dovrebbe praticare l'antica tradizione di metà quaresima in cui le brutte cose vecchie verranno date al rogo. Ma quest'anno la tradizione è messa a rischio proprio dal tempo. Infatti oltre ad essere presente il rischio dell'acquazzone,Lo smog presente con tanto di vincoli antiinquinamento proibirebbe questa pratica dell'appiccare fuochi in pianura (seguire le disposizioni dei comuni a merito). Altra insidia il secco presente in provincia e il vento che a tratti sarà presente e che potrebbe essere pericoloso nel disperdere i restì dei falò.

  •  

    Se guardiamo le temperature possiamo dire di essere in primavera da diverse settimane. Se invece vogliamo una data "ufficiale", possiamo scegliere: secondo il calendario meteorologico la nuova stagione è iniziata il 1° marzo, mentre il calendario astronomico ha dato il via alla primavera proprio oggi, 20 marzo. Una cosa è certa: stiamo vivendo un mese estremamente mite e secco. Tanto per cambiare...

  •  

    I modelli sembravano farci avviare verso un periodo più perturbato dalla prossima settimana, dopo il prolungato periodo di siccità che perdura ormai da Novembre. Ancora una volta però si sono ripresentati dubbi sull'eventualità di un ritorno convinto delle piogge. Le piogge potrebbero infatti tornare da Giovedì, ma ciò che sembrava ormai certo potrebbe svanire. Perturbazioni fantasma che non riescono in nessun modo a coinvolgere il Nord Italia da mesi. Si spera che prima o poi qualche perturbazione riesca a raggiungere le nostre zone, già raggiunte da una precoce e piacevole primavera, ma che potrebbe non essere ben augurante in vista dell'estate a venire.

  •  

    Il fine settimana in arrivo sarà sulla nostra provincia in compagnia del sole e del tempo mite, molto più mite del normale. Non mancherà qualche nuvola di passaggio e un po' di vento, ciò nonostante sembrerà di essere ai primi di maggio!

  •  

    Vista la stasi atmosferica presente sul nostro territorio con temperature mediamente sopra le medie e precipitazioni assenti, vediamo che oltreoceano la situazione si presenta ben differente con una tempesta quasi biblica sulla costa occidentale del nord America (piogge e nevicate con vento a tratti intenso) capace di influenzare molti stati americani. Dalla mappa si nota la situazione termica in gradi fahrenheit (per la conversione nel nostri gradi Celsius bisogna considerare che 0 gradi corrispondono a 32 gradi fahrenheit), e possiamo vedere che per domani gran parte degli stati saranno sottozero con alcune punte nelle pianure costiere vicine ai -10 in piena giornata. Insomma una situazione ben lontana dal nostro clima attuale.

  •  

    I giorni passano e la primavera si dimostra sempre più impaziente. Pochi giorni fa abbiamo raggiunto punte di 22-23°C, mentre nel fine settimana le massime si sono fermate intorno ai 15-16°C. Ed ora? L'alta pressione continuerà a recitare il ruolo di protagonista e nei prossimi giorni avremo un nuovo, graduale aumento termico.

©2015 Meteopassione.com, All rights reserved Restyling grafico Abacus#85