info@meteopassione.com

    |
  • Accedi

    |

notizie

  •  

    Domenica 25 giugno 2017 è una data che ricorderemo a lungo. Alcune zone della nostra provincia, fra cui Torbole Casaglia, Castegnato, Flero e Poncarale (ma l'elenco potrebbe continuare) sono state bombardate da enormi chicchi di grandine, con un diametro che in certi casi è stato paragonabile a quello di pesche o palline da tennis. Un evento fuori dal comune, frutto di un clima sempre più estremo e sempre più inquietante.

  •  

    E’ vero che siamo in estate e che quindi deve fare caldo, però quando è troppo è troppo! Le temperature che stiamo misurando in questi giorni, fino a pochi decenni fa non te le sognavi nemmeno nelle nostre zone, nemmeno a luglio o ad agosto, figuriamoci a giugno! Però finalmente si vede la luce in fondo al tunnel. Possibili temporali già a partire da sabato sera/notte. Possibile decisa rinfrescata a partire da mercoledì 28/giovedì 29 giugno. Staremo a vedere se le promesse verranno mantenute

  •  

    Stavolta non potremo più nasconderci e possiamo dire che stà per partire l'ondata di caldo di Giugno forse più intensa di sempre. La crescita della calura costante oramai da qualche giorno avrà il suo apice nella giornata di venerdì quando l'alta pressione subtropicale ci porterà a circa 37 gradi in pianura. Ipoteticamente qualche stazione della provincia dovrebbe anche superare tale valore. Stiamo parlando quindi di una fase estrema, che non andrà sottovalutata da coloro che hanno problemi di salute. Sabato e domenica avremo invece un lieve calo termico determinato dal transito di un fronte a cavallo delle alpi che porterà temporali sui rilievi ed una attenuazione del caldo in pianura ma non tale da portarci a valori più normali per il periodo. Insomma passeremo dal caldo record ad un caldo intenso.

  •  

    Quante volte avrete sentito dire "è estate ed è giusto che faccia caldo" ? Probabilmente una delle frasi più qualunquiste (insieme a tante altre legate alla meteorologia) e meno scientifiche che possano esistere. In estate è giusto che faccia un caldo...normale. Tanto più se l'estate astronomica nemmeno è iniziata. Le medie di inizio Giugno prevederebbero massime non superiori ai 27°C, non siamo certo in pieno Luglio, quando i 30°C sono i compagni fedeli di un'estate però che non c'è più. L'anticiclone africano ha sconfinato ulteriormente i propri confini naturali e tornerà da prossima settimana. Le massime torneranno vicine ai 35°C nel prossimo week-end.. così da poter tranquillamente parlare di uno dei Giugno più caldi dell'ultimo mezzo secolo e oltre.

  •  

    Ormai quasi tutti si stanno arrendendo. Anche i più scettici piano piano stanno rendendosi conto che in pianura e nelle valli, vivere l’estate senza l’aiuto dei climatizzatori è sempre più difficile. In casa, in auto, negli ospedali, ambulatori, negozi, centri commerciali, bar, uffici,… non si può più rinunciare a questa utilissima invenzione. I periodi in cui l’aria condizionata è necessaria sono sempre più numerosi, intensi e lunghi. Quello che stiamo sperimentando in questi giorni è uno di questi periodi. Probabilmente ogni tanto ci sarà qualche giornata di pausa, ma per ora rinfrescate serie all’orizzonte non se ne vedono. E siamo solo a metà giugno!!!

  •  

    ieri sera abbiamo avuto il primo episodio temporalesco dopo l'ondata di caldo estivo. Come spesso accade, il mix caldo e umidità hanno accentuato i fenomeni che localmente sono stati di forte intensità. In alcune zone accumuli molto elevati di pioggia, questo il dato principale ma a noi è interessato soprattutto l'effetto sulla temperatura che è calata anche grazie ad un po di nuvole.L'umidità invece è rimasta elevata e resterà tale almeno fino al weekend. Stasera sono attesi altri temporali che, speriamo ci consentano un'altra notte sopportabile.

©2015 Meteopassione.com, All rights reserved Restyling grafico Abacus#85